I prodotti della Cooperativa Giancarlo SianiAlle pendici del Vesuvio, ad Ercolano, si trova il bene confiscato alla camorra gestito dalla Cooperativa Giancarlo Siani. In quel luogo, utilizzato in passato per finalità illecite, un gruppo di giovani con un forte senso della legalità, coltiva prodotti d'eccellenza come il pomodoro del piennolo, il tutto targato Made in Italy.

Un terreno simbolo di illegalità e camorra, diventa, grazie alla passione di tanti giovani, un simbolo di rinascita del territorio. Tra le eccellenze coltivate spicca il 'Pizzino vesuviano, il pizzo sano', un pomodoro che nasce da impegno, passione e spirito di legalità, disponibile rosso o giallo, intero e a pacchetelle.

Oltre alla coltivazione di eccellenti prodotti "local" made in italy, sono state installate delle arnie per la produzione di miele millefiori, prodotto alle falde del Vesuvio, nel pieno rispetto dell'ecosistema e dell'equilibrio della zona costituisce elemento di grande arricchimento. Il settore agricolo e apistico viene curato da professionisti provenienti dalla Facoltà di Agraria dell'Università Federico II di Napoli, quest'ultima garante, con la stipula di una convenzione, della qualità dei processi e dei prodotti, nel pieno rispetto del disciplinare 'Slow Food', un'agricoltura in equilibrio con l'ambienteBene Confiscato alla Camorra - Cooperativa Giancarlo Siani

La Cooperativa Giancarlo Siani opera in due sedi, un immobile e un fondo agricolo entrambi confiscati alla camorra ed intitolati alla memoria di Giancarlo Siani unico giornalista campano ammazzato per mano criminale.

Da anni è anche una cooperativa aderente alla rete di Libera, associazioni, nomi e numeri, contro le mafie. L'incasso derivante dalla vendita dei nostri prodotti, sarà totalmente devoluta al sostegno della attività della cooperativa.

Non resta che augurare alla Cooperativa Giancarlo Siani un buon lavoro ed assaggiare i prodotti d'eccellenza Made in Italy coltivati nel bene confiscato.